in

Boccoli con la piastra: come farli in modo facile e veloce

Come fare i boccoli con la piastra? Basta avere un po’ di pazienza e fare qualche tentativo. Non è un procedimento difficile, scopriamo insieme le tecniche migliori.

come fare i boccoli
come fare i boccoli

Tutte sappiamo che i metodi creativi e facili per fare i capelli ricci sono tanti, partendo dal fatto che si possono sfruttare elementi e oggetti che spesso si hanno direttamente a casa. In questo articolo però vi vogliamo parlare di un metodo in particolare, vi vogliamo far vedere come fare i boccoli con la piastra, accessorio che solitamente si usa prevalentemente per stirare i capelli. Se la vostra decisone è quella di cambiare look, passando da un capello liscio spaghetto a dei morbidi boccoli, vi trovate nel posto giusto! Ecco come utilizzare la piastra per realizzare questa meravigliosa acconciatura.

La prima cosa da fare per poi ottenere un risultato perfetto è analizzare le azioni preliminari per rendere i propri capelli ondulati. Il primo step è lavarli con uno shampoo delicato e specifico per il proprio capello, un bel massaggio aiuterà la salute della chioma e della cute.

E’ necessario utilizzare anche il balsamo per nutrire lunghezze e punte, questo soprattutto se si hanno dei capelli crespi e secchi. Dopo aver risciacquato bene i capelli, prima di asciugare potete usare una mousse volumizzante per evitare l’effetto piatto. I capelli non vanno mai lasciati umidi perché il calore della piastra potrebbe bruciarli e di conseguenza rovinarli.

Cosa fare prima di procedere con la piastra

Prima di procedere con la piastra, è necessario vaporizzare un termoprotettore su tutta la chioma in modo tale da salvaguardare la bellezza dei capelli evitando i danni che provoca il calore forte. Tutti i termoprotettori che sono in commercio sono in grado di creare una barriera che protegge la fibra dal capello dal rischio di bruciarsi o incresparsi.

Il prodotto può essere distribuito su tutta la chioma con l’aiuto di un pettine. Se i capelli sono tanti, per avere la certezza che siano tutti ben protetti, è meglio dividerli in sezioni e spruzzare su ognuna un po’ di termoprotettore.

E’ arrivato il momento di suddividere tutti i capelli in ciocche più piccole per poi andarle a passare singolarmente all’interno della piastra. Si inizia ad arricciare le ciocche dietro al collo e ai lati della testa. Poi, piano piano si può procedere con il resto dei capelli. Per chi ha molti capelli e una chioma folta è meglio impiegare qualche minuto in più per fare ciocca dopo ciocca piuttosto che concentrarsi sull’intera chioma tutto in una volta. Così il risultato sarà sicuramente più ottimale e ben definito.

Quali sono le tecniche migliori

  • Flick: si parte dalla metà della ciocca, si avvolge nella piastra, si chiude e si gira nella piastra facendo solo mezzo giro. La piastra va tenuta in obliquo e si continua con questo movimento fino alla fine della ciocca. Il flick sarà meno evidente se la piastra viene mossa rapidamente, è meglio soffermarsi qualche secondo così il risultato sarà molto più visibile.
  • Boccolo: si parte dalle radici senza scottarti la pelle. Si avvolge la ciocca nella piastra, si chiude e si fa mezzo giro continuando fino alle punte. Più lento è il movimento della piastra, più stretto sarà il riccio. Se il movimento è più rapido si formeranno delle onde leggere.
alopecia

Alopecia areata: cos’è e come combatterla

Coda di cavallo bassa: un look femminile e sensuale