in

Capelli grassi e secchi? Guida allo shampoo da utilizzare

L’importante è scegliere un prodotto delicato che deterge bene la cute ma non va a stressare i capelli. Scopriamo insieme quali sono gli ingredienti che deve contenere lo shampoo.

Molto spesso i capelli sono anche un grande tormento. Chi li ha lisci li vorrebbe ricci, al contrario chi li ha ricci li vorrebbe lisci. Uno dei problemi più frequenti è che appaiono troppo secchi e stopposi, altre volte invece sono troppo grassi al tal punto da risultare antiestetici. Si cerca di risolvere il problema in tanti modi, ad esempio acquistando prodotti di ogni tipo ma la verità è che spendere molto non ci farà trovare una soluzione. In ogni caso il problema è ancora più grave se i nostri capelli presentano una sorta di dualismo, ovvero sono grassi sulle cute e secchi alle punte.

Capelli misti

Nel caso di questo dualismo, utilizzare dei prodotti che sono esclusivamente astringenti potrebbe non essere la scelta ideale. Anzi, il capello potrebbe essere molto stressato dall’uso di questi trattamenti troppo aggressivi. Purtroppo c’è una confusione generale, perché sappiamo come comportarci. Se si usa uno shampoo nutriente i capelli si potrebbero sporcare subito ma così si potrebbe contrastare la secchezza. Al contrario uno shampoo molto sgrassante potrebbe far diventare i capelli ancora più secchi. Che cosa bisogna fare quindi se si hanno dei capelli misti?

Quale shampoo e ingredienti scegliere

Per risolvere il problema dei capelli misti bisogna prestare attenzione alla detenzione e idratazione, infatti queste sono le due parole chiave e i due obiettivi da perseguire quando si vuole scegliere il prodotto giusto. In commercio ci sono tante soluzioni. La prima cosa da fare è leggere quali sono gli ingredienti principali e le promesse dei prodotti che si scelgono. Dobbiamo solo considerare soluzioni che puliscono la radice ma allo stesso tempo idratano le punte.

Tra gli ingredienti purificanti da prendere in considerazione e che possiamo utilizzare ci sono l’ortica, gli estratti di arnica, tè verde, verbena e limone. Ottima anche l’acqua di cocco oppure le vitamine del gruppo B e alcuni oli essenziali come salvia e pompelmo per idratare.

Capelli raccolti: le trecce sono l’acconciatura ideale

capelli aridi dopo l'estate

Due maschere rigeneranti da provare dopo l’estate