in

Capelli ramati scuri: balayage, shatush o degradè?

I capelli ramati scuri, soprattutto se in versione super glossy, sono di grande tendenza.

Capelli ramati scuri
stock.adobe.com

È un colore questo davvero molto amato dalle castane, prima di tutto perché permette di coprire in modo eccezionale la ricrescita, in secondo luogo perché regala alla chioma delle sfumature vibranti, energiche, frizzanti.

Il ramato scuro sta bene a tutte le donne castane, anche perché basta che il colorista misceli in modo eccellente le diverse sfumature da cui è realizzato per dare vita al colore perfetto in base alla carnagione e al colore degli occhi. Ovviamente però di adatta benissimo soprattutto alle donne con una carnagione chiara, mentre nel caso di un carnagione un po’ più olivastra l’effetto potrebbe non essere particolarmente accattivante.

Capelli ramati scuri con balayage, lunghi e mossi

Il ramato scuro può essere utilizzato per tingere i capelli nella loro interezza, ma può essere anche utilizzato per dar vita a delle meravigliose sfumature di colore da applicare direttamente sul proprio castano naturale. Si tratta della scelta ideale per chi ha un colore castano davvero molto scuro, perché queste sfumature consentono di incendiarlo e di permettergli di vibrare in modo intenso.

Quando si vanno ad inserire tante diverse sfumature di colore sulla propria base naturale, si parla di balayage. Si tratta di un tecnica che permette di ottenere un look naturale e ricco di fascino, perfetto soprattutto su lunghezze importanti, perfetto soprattutto con lo styling mosso. Perché proprio i capelli mossi sono la scelta migliore? Perché le onde che si vengono a creare permettono di valorizzare ogni più piccola sfumatura di colore.

Capelli ramati scuri con shatush e styling liscio

Le sfumature ramate possono essere inserite senza difficoltà anche su una chioma con styling liscio. In questo caso però consigliamo di optare per lo shatush, anziché per il balayage, così da ottenere un look un po’ più forte e determinato. Lo shatush prevede che le sfumature ramate siano inserite soprattutto sulla parte più bassa della chioma, quella quindi vicino alle punte.

Ovviamente però non c’è uno stacco netto tra il colore naturale e il ramato, che più o meno verso metà della chioma iniziano a fondersi insieme in modo estremamente armonioso. Se si desidera un look molto naturale è possibile scegliere un castano ramato molto scuro, così che si fonda davvero alla perfezione con il proprio castano di base.

Per ottenere un mood davvero meraviglioso, consigliamo di scegliere un liscio estremo che risulta elegante e sofisticato. Allo stesso tempo consigliamo però di scalare i capelli, eventualmente con micro scalature praticamente impercettibili se non si desidera un effetto esagerato. Si offre volume e movimento alla chioma infatti in questo modo.

Capelli ramati scuri con degradè

Se le due tecniche di cui ti abbiamo sopra parlato proprio non ti convincono, ti consigliamo il degradè. Consiste nell’inserire varie sfumature rame sulla propria base naturale, andando però a fare in modo che le sfumature più scure si concentrino sulla parte più alta della chioma e quelle più chiare invece nella zona vicino alle punte. Il colore insomma degrada mano a mano che ci si avvicina alle punte.

Ovviamente nel caso di un degradè ramato scuro, si sceglieranno delle tonalità molto simili tra loro, davvero molto. Il rischio altrimenti è che la chioma si schiarisca in modo eccessivo. Nonostante le differenze di tonalità siano minime, la chioma risulta davvero luminosa e glossy, proprio quello che ci vuole per le donne di oggi.

In foto puoi vedere un degradè ramato scuro come quello che abbiamo appena descritto, realizzato su una folta e lunga chioma di capelli mossi. I capelli sono stati scalati ad arte, in modo da garantire un volume estremo e un altrettanto estremo movimento. Una chioma sensuale e davvero chic!

treccia olandese

La treccia olandese: diversi modi per realizzarla

Capelli viola

Capelli viola: 10 tagli che vi faranno impazzire!