in

Come fare i boccoli: metodi fai da te e non!

I boccoli e ricci sono la vostra passione? Bene, non c’è da temere, esistono diversi modi per realizzare questo styling.

Come fare i boccoli
stock.adobe.com

I capelli mossi sono ormai molto di moda e sono spesso più ricercati rispetto ai classici ricci che hanno un effetto un po’ innaturale e che ricordano quelli delle bambole. Per ottenere questo tipo di acconciatura esistono metodi classici, come le trecce, i bigodini o metodi più moderni, come l’uso di piastre e ferri arricciacapelli. In questo articolo vi spiegheremo come realizzare un perfetto styling mosso perfetto.

Il metodo con la piastra

Molte donne si chiedono perché usare la piastra che generalmente serve a stirare i capelli quando in commercio esistono gli appositi ferri arricciacapelli? La risposta è molto semplice: l’effetto mosso che si ottiene con la piastra è completamente diverso da quello che si ottiene con arricciacapelli. Il mosso che si ottiene con la piastra è morbido e completamente naturale.

Leggi anche: Come fare i capelli mossi con la piastra: consigli utili per chi è alle prime armi

Inoltre la piastra per capelli è uno strumento molto più diffuso nelle nostre case e rappresenta quindi un ottimo metodo per ottenere capelli mossi per chi non vuole comprare un vero e proprio arricciacapelli. Ma veniamo al sodo, come si realizza uno styling mosso con la piastra? Bisogna seguire diversi passaggi:

  • 1. Dopo aver asciugato con cura i capelli sia sulle lunghezze che alla radice, spazzolateli accuratamente per eliminare eventuali nodi e applicate sulle lunghezze lo spray protettivo contro il calore.
  • 2. Dividete i capelli in ciocche di circa 3 cm aiutandovi con il pettine e fissatele con le pinze i modo da poter lavorare su poche ciocche alla volta evitando di mischiarle.
  • 3. Pettinate la ciocca e, partendo da quelle più in basso, mettetela nella piastra partendo dalla radice se volete ottenere un effetto mosso su tutta la lunghezza, o da metà se volete dare movimento solo alla parte finale dei capelli e alle punte.
  • 4. Tirate la piastra per qualche cm e ruotatela su se stessa, verso il basso o verso l’alto a seconda della direzione che volete dare al riccio, girandogli intorno la ciocca, fate scorrere la piastra in modo fluido su tutta la lunghezza tenendo ben tesa la ciocca.
  • 5. Aprite la piastra seguendo la direzione del boccolo e sistemate l’onda ottenuta con le dita.
  • 6. Per un boccolo più definito una volta rilasciata la piastra fissate il riccio ottenuto con un becco d’oca e fatelo raffreddare così in modo da fissare l’arricciatura.
  • 7. Una volta che i capelli si sono raffreddati fissate le onde con la lacca o con un altro fissante per capelli. Tenete lo spray abbastanza lontano dai capelli e vaporizzatelo in modo diffuso per non appiccicare le ciocche. In alternativa potete spruzzare il fissante sulle mani e tamponarlo sui capelli chiudendo i ricci su se stessi dal basso verso l’alto.
  • 8. Per un effetto più morbido e naturale mettetevi a testa in giù e aprite delicatamente i boccoli con le mani scuotendoli.

Con il ferro

Altro metodo per ottenere dei capelli mossi è il ferro arricciacapelli, con questo strumento è facile ottenere onde e ricci perfetti.

Per ottenere un risultato “professionale” e di lunga durata, bisogna lavare i capelli il giorno prima, applicando una mousse o un prodotto definitore, e asciugarli alla perfezione, senza lasciare nessuna ciocca umida. Poi è importante scegliere il diametro del ferro a seconda dell’effetto che si vuole ottenere: piccolo per dei ricci stretti, grande per dei ricci larghi. Bisogna procedere dividendo la chioma in ciocche e avvolgerle ognuna a spirale intorno alla barra del ferro, tenendo quest’ultimo con la punta rivolta verso il basso.

Il trucco per un ottimo risultato consiste nell’avvolgere le ciocche velocemente perché il ferro si riscalda in fretta ed è bene non lasciare troppo i capelli a contatto con la barra per evitare che si brucino. Per questo motivo, se li avete molto lunghi è consigliato procedere in due step.

Metodi fai da te

Il metodo torchon

Il metodo torchon è davvero ottimo per ottenere uno styling mosso senza l’uso del calore. Per prima cosa bisogna inumidire i capelli e pettinarli bene. Iniziate poi a dividere le ciocche della testa partendo dalla parte più alta e iniziate ad arrotolare. Proseguite per tutta la testa, creando una specie di cresta a spirali, e fissatele bene. Potete fare 3 o anche più torchon, secondo il vostro piacimento. Quando poi sentite che i capelli sono tutti asciutti, sciogliete i vostri torchon e passate le mani tra i capelli, per aprirli meglio. Infine potete anche definire le ciocche con un olio secco, oppure spruzzare della lacca leggera per dei capelli mossi stile beach-waves!

Le trecce

Se non volete stressare i capelli con il calore e il vostro obiettivo è un mosso naturale, un altro metodo sono le trecce fai da te. Bisogna lavare i capelli prima di andare a dormire, rimuovete l’eccesso di acqua con un asciugamano e applicare un prodotto per lo styling. Dopodiché realizzate una o più trecce e con il phon asciugate le radici. Per un migliore risultato, fissate le trecce alla testa e indossate una cuffietta traforata, di quelle che si usano per tenere fermi i bigodini. Al mattino levate la cuffia, sciogliete le trecce e date volume alle onde utilizzando il phon freddo con il diffusore.

La fascia

Se avete i capelli lunghi, con una fascia, un foulard o una bandana potete ottenere dei capelli mossi bellissimi.

Alla sera, prima di andare a dormire, indossate la fascia sulla fronte. Se optate per la bandana o il foulard, legateli senza stringere troppo. Quindi dividete i capelli in ciocche e arrotolatele una a una intorno alla stoffa: più “giri” fate e più il risultato è definito. Al mattino basta ravvivare l’effetto con le dita per avere dei boccoli super.

I bigodini

I bigodini sono uno dei metodi più “vecchi” utilizzati per fare i capelli mossi, ancora oggi però funzionano molto bene. Prima di applicare i bigodini, lavate i capelli con uno shampoo volumizzante e ristrutturante e poi applicate sempre un prodotto per lo styling. Dopodiché dividete la chioma in più ciocche, ricordando che più le ciocche sono piccole più stretti saranno i ricci, più le ciocche sono grandi più larghi saranno i ricci. Procedete poi ad arrotolare i bigodini verso l’interno, dalla punta alla radice dei capelli, e fissateli con delle forcine. Il diametro del bigodino va scelto in funzione del tipo di mosso che volete ottenere. Infine, Asciugate con il phon e con il diffusore.

Quanto può durare una tinta

Quanto può durare una tinta? Un’esperta ci svela dei segreti

riga al centro

La riga al centro: a chi sta bene?