in

Alopecia areata: cos’è e come combatterla

Hai dei punti in testa dove non crescono più i capelli? Il problema potrebbe essere l’alopecia areata, scopriamo insieme quali sono i trattamenti per combatterla.

alopecia
alopecia

La perdita di capelli è nota scientificamente con il nome di alopecia, o in gergo calvizie. Oggi, questo problema colpisce sempre più persone, sia uomini che donne. Per quanto riguarda l’alopecia areata, nota anche con il nome di alopecia circumscripta o anche AA, è una delle principali cause che portano alla perdita dei capelli. Solitamente, chi soffre di questa condizione presenta delle chiazze pive di capelli sulla testa. Questa patologia è considerata un disordine autoimmune causata da ammassi di linfociti-T, che nella fase di crescita dei capelli, provocano delle infiammazioni locali e di conseguenza portano poi alla caduta.

Anche se questa è una delle cause principali della malattia, non è ancora molto chiaro quale sia il fattore che porta il sistema immunitario ad attaccare i follicoli piliferi in salute di persone che hanno problemi di alopecia areata. In ogni caso, essendo comunque autoimmune, questa patologia non si trasmette da persona a persona tramite il contatto fisico. Alcuni studi però hanno chiarito che questa condizione sia trasmissibile attraverso informazioni genetiche, ossia da genitore in figlio.

La patologia si manifesta in maniera diversa in ogni soggetto, anche se ci sono dei sintomi che possono essere uguali per tutti. Può essere individuata quando avviene una caduta di capelli repentina in un certo periodo di tempo, o anche solamente la perdita in solo un lato della testa.

Quanti tipi di alopecia esistono? 

L’alopecia si può manifestare in diverse forme. Una di quelle più gravi è nota come alopecia areata totalis, in questo caso infatti il soggetto tende a perdere tutti i capelli che ha in testa.

L’alopecia universalis è un’altra forma di questa patologia e in questo caso oltre a perdere tutti i capelli che si hanno in testa, cadono anche tutti i peli del corpo.

Altre forme molto frequenti sono quelle di alopecia areata diffusa o quella ophiasis che colpiscono diverse zone del cuoio capelluto.

L’alopecia areata barbae e quella multilocularis sono quelle meno frequenti, la prima provoca assenza di peli a chiazze nella zona della barba, la seconda invece forma, in alcuni punti della testa alcune chiazze senza capelli.

Quali sono i trattamenti da fare? 

Purtroppo ancora oggi non esiste nessuna cura permanente per questo tipo di patologia. Esistono però alcune cure che si possono effettua solo di breve o medio periodo e possono stimolare la reazione autoimmune del corpo e di conseguenza promuovere la ricrescita dei capelli sul cuoio capelluto. Uno dei trattamenti più efficaci è l’iniezione di corticosteroidi nelle chiazze di pelle affette da calvizie. In ogni caso, se i corticosteroidi non portano a miglioramenti, altri trattamenti da provare possono prevedere l’uso di soluzioni topiche come minoxidil che dovrebbero consentire un’accelerazione della velocità di ricrescita dei capelli. 

Capelli tinti: cosa fare per proteggerli

Capelli tinti: cosa fare per proteggerli

come fare i boccoli

Boccoli con la piastra: come farli in modo facile e veloce